Antica lavorazione marinara siciliana


  • Mare dell'Etna

    La Cooperativa Mare dell’Etna è perfetta interprete dell’antica lavorazione marinara siciliana. I processi di trasformazione e di lavorazione del tonno Alalunga rispecchiano le antiche usanze locali rigorosamente manuali e seguono uno scrupoloso sistema di controllo della qualità che garantiscono un prodotto assolutamente genuino. Dall’attenta selezione del pescato, alla precisione del taglio totalmente manuale, fino ad arrivare alla colmatura con olio d’oliva, ciascuna fase viene eseguita come da tradizione.

    Controllo qualità

    L’assoluta qualità dei nostri prodotti è garantita dal meticoloso controllo di qualità cui vengono sottoposti il pescato e le fasi di lavorazione. Abbiamo adottato un sistema interno di gestione della qualità. Successivamente a ciascuna lavorazione l’intero stabilimento viene sanificato nel più totale rispetto delle norme e dei criteri igienico-sanitari HACCP.

  • Le fasi della produzione

    Le fasi della nostra produzione

    Il processo di produzione prevede fasi di lavorazione e di trasformazione ben precise per le quali ci avvaliamo di uno staff di lavoro esperto e di unità operative specializzate e addette alle singole mansioni. Successivamente alla selezione, al trasporto e al taglio del pescato, questo viene sottoposto a cottura mediante bollitura all’interno di macchine di ultima generazione.

    La bollitura del pescato viene effettuata in acqua e sale in modo da preservare le qualità organolettiche del pesce. In seguito il prodotto viene pulito dalle lische e viene invasettato a mano, come da tradizione. L’ antica lavorazione marinara siciliana prevede poi la fase di colmatura dei filetti con olio d’oliva, proveniente da Nocellara Etnea, prodotto in frantoio con molitura a pietra. Si prosegue, infine, con la sterilizzazione dei prodotti che passano successivamente alla fase di etichettatura e di imballaggio. 

    Fondamentale per la nostra produzione è la stagionatura che varia da un minimo di novanta a un massimo di centoventi giorni e che consente al prodotto di acquisire un gusto davvero inconfondibile.